“Estetica della finestra: geometrie, forme e colori” di Giuseppe Fichera

Da elemento funzionale ad elemento estetico

“Ogni colore, ogni materia vecchia o nuova porta con sé in modo più o meno palese, l’eco della propria storia”. (Ettore Sottsass, Scritto di notte, 2010)

 

Continua a leggere

“Paesaggi artificiali”

di Alberto Di Cesare

Un’osservazione contemplativa permeata da un senso di meraviglia, un paziente dialogo fra interno ed esterno, fra autore e luogo

“Tutto ciò che ci è dato di sapere, raccontare, rappresentare non è che una piccola smagliatura sulla superficie delle cose, dei paesaggi, dei luoghi che abitiamo e viviamo”. (Luigi Ghiri, 1987)

 

Continua a leggere

“Contemporanea”

di Giovanni Presutti

Le architetture degli ultimi decenni, universi paralleli formali e concettuali

photo_architetti_articolo_contemporanea_presutti_copertina

“[…] nel complesso di una nuova comunità costruita sull’omologazione, le specificità dei singoli autori scompaiono, sopraffatte da un apparente universalismo linguistico che appiattisce le differenze, focalizzando l’attenzione sul particolare piuttosto che sull’interezza dell’architettura” (R. Simone, Primipiani, 2005)

 

Continua a leggere

“Piccolo Mondo DiVino”

di Marco Lodovichi

È uno sguardo curioso sulle dinamiche di ogni giorno, vissute da persone per le quali il Vino è tutto un Mondo

“Se osserviamo un bicchiere di vino abbastanza attentamente vediamo l’intero universo. Ci sono le cose della fisica: il liquido turbolento e in evaporazione in funzione del vento e del tempo, il riflesso sul vetro del bicchiere, e la nostra immaginazione aggiunge gli atomi. […] Nel vino si trova la grande generalizzazione: tutta la vita è fermentazione”. (Richard Phillips Feynman, Sei pezzi facili)

 

Continua a leggere

“Milano notte”

di Gianni Pezzani

Milano città inaspettata, una Milano diversa dal conosciuto quotidiano

photo_architetti_articolo_milano_notte_copertina

“Le cose riposano in se stesse, raccolte in una estrema concentrazione: silenziose, vengono alla luce in un qui, in un’ora sempre singolari. Non può darsi che […] anche alle immagini affioranti della fotografia appartenga qualcosa di questa singolarità, di questo silenzio?” (M. Sironi, Geografie del narrare, 2004)

 

Continua a leggere